:. Media

:. Links

  1. foto

  1. video

MAERSK
LA VERITÀ DIETRO LE NOTIZIE...http://www.amarevado.it/Documenti/Maersk_la_verita.pdf
INVIA UNA SEGNALAZIONE! LE COSE DA FARE A VADO LIGURE SONO MOLTE; FORZA!mailto:info@amarevado.it?subject=Segnalazione%20per%20il%20Comitato%20AmareVado
:: home >> Documenti >> Comunicatiindex.htmlDocumenti.htmlshapeimage_5_link_0shapeimage_5_link_1

:. Statuto

:. home

  1. Comunicati


LETTERA APERTA A MARSON

Vado Ligure, 10.05.2010
Gentile Assessore Marson,

vorrei chiederle da cittadino della provincia di Savona, padre di due figli, perché crede in progetti "distruttivi" per un territorio, quello del savonese, già degradato e provato!

Le chiedo se ha mai sentito parlare di processi integrati di riciclo, di modelli di sviluppo sostenibili, di bellezza di vivere nel verde e soprattutto il non utilizzo del cemento come unico mezzo di costruzione!!!

Lei è forse nato in un'epoca antica? Come antiche sono le sue parole che ci fanno tornare ai primi anni dell'industrializzazione.

Lei quando parla, di Tirreno Power, di Maersk e di raccolta rifiuti, ci appare "remoto" e "obsoleto", qualcosa che stona con l'idea che un bambino vorrebbe dalla vita, dal proprio padre che gli crea un futuro, da quegli operai che hanno lasciato la salute in aziende inquinanti! 

Il mare, la flora, la fauna forse non sono di suo interesse... La Liguria vive di queste cose! 

I politici devono inseguire i sogni e trasmetterli alla gente comune! 

Lei deve credere in un futuro migliore!

Lei deve credere ad una provincia più bella e sostenibile! Ma nel bruciare carbone, bruciare rifiuti (CDR), sporcare, degradare, cosa c'è di bello in queste cose.

Crede che i nostri figli la ringrazieranno per questo, crede di poter lasciare il segno... NON CREDO!

Lei con questa Sua politica, per mio modesto parere, non sarà ricordato, anzi...

Le invio un filmato di alta civiltà e di insegnamento per i suoi progetti futuri.
http://www.youtube.com/watch?v=z4vesixNNIY&feature=player_embedded

Le auguro un buon lavoro "ecosostenibile", e un saluto dai miei due figli di 8 e 5 anni che sperano molto in una sua risposta,

Augusto Perseo
Presidente Comitato Amare Vado


---    ---    ---    ---    ---    ---    ---


COMUNICATO STAMPA IN DIFESA DELLA LIBERTA’ DI INFORMAZIONE



Vado Ligure, 05.05.2010

Con rammarico apprendiamo che il quotidiano online Savona News avrebbe sospeso dal servizio il giornalista Mario Molinari.

Quest'ultimo conduceva una rubrica tra le più seguite ed interessanti della testata: il punto di Mario Molinari.

Abbiamo avuto modo di conoscere personalmente in questi ultimi mesi Mario, di cui  apprezziamo per il coraggio, la determinazione e la correttezza con cui ha condotto inchieste "scomode" cercando di raccontare le "amare", e a volte "sporche", verità di una provincia, quella di Savona, piena di degrado e spazzatura e provando a rompere i silenzi "complici" di una certa stampa "ossequiosa" fino all'inverosimile dei poteri forti, indifferente alla mancanza di scrupoli di chi, senza alcun rispetto, specula sulla nostra terra e sulla nostra salute.

Premesso che non conosciamo i motivi che hanno portato a questa decisione, noi del Comitato Amare Vado manifestiamo tutta la nostra solidarietà a Mario contro quello che pare essere, a tutti gli effetti, l'ennesimo intimidatorio attacco alla libertà di espressione e di cronaca.

Evidentemente il pericolo di un risveglio della coscienza civile dei cittadini spinge i potenti a "rinserrare le fila" per evitare che la consapevolezza del degrado ambientale e del rischio per la salute dei nostri figli, possa mettere fine a tali lucrosi giochetti.

NOI NON CI STIAMO E DAREMO BATTAGLIA: abbiamo diritto di leggere la verità!

Ci rivolgeremo a tutte le istituzioni competenti per ridare voce a "Il punto di Mario Molinari" su Savonanews.it o su altre testate veramente "indipendenti", con l'auspicio che le attuali inchieste della Magistratura possano dimostrare quanto bisogno ci sia di un giornalismo di denuncia di cui Molinari, per fortuna non solo, rappresenta uno scomodo esempio.

Questo comunicato stampa verrà inviato all'ordine dei giornalisti e a tutti i organi di informazione.

! Grazie alla nostra azione Molinari è di nuovo a scrivere e al suo posto. 
Leggi: Savonanews continua a lavorare e scrivere a schiena dritta



---    ---    ---    ---    ---    ---    ---


COMUNICATO STAMPA congiunto con VivereVado del 23 marzo 2010

La campagna elettorale è esclusivamente affidata ai volti dei candidati e agli slogan generici che compaiono sui manifesti o sulle pagine dei giornali, invece di proporre programmi concreti e prese di posizione chiare sui temi che maggiormente preoccupano i cittadini, come quello della salute e del progetto di raddoppio della centrale termoelettrica, Tirreno Power di Vado Ligure e Quiliano.
Quest’ultima emergenza ha riportato alla pubblica attenzione diversi studi (vedi  ad esempio quelli dell’Ordine dei Medici provinciale), che rivelano la pericolosità delle emissioni derivanti dalla combustione del carbone. 
Fino ad oggi però le risposte dei Comuni, della Provincia e della Regione (amministrate in questi anni dalla sinistra) sono state quantomeno evasive e sempre rassicuranti. Il progetto di raddoppio è stato giustamente contrastato con azioni amministrative (ricorso al TAR da parte della Regione Liguria, e dei Comuni di Vado Ligure e Quiliano), ma non si è affrontato il problema concreto della situazione salute: gli Enti locali continuano ad affidarsi a dati parziali e poco significativi ottenuti con strumenti obsoleti.
Gli elettori vadesi, in modo particolare quelli di sinistra, denunciano la necessità di rilevazioni complete e validate, e di una analisi epidemiologica su tutto il territorio: vorrebbero sapere dai politici candidati se riconoscono il proprio ritardo nell’affrontare il problema salute e se si assumono l’impegno di fare chiarezza scientifica sulle reali condizioni dell’aria, della terra e dell’acqua del loro territorio: è questo il presupposto fondamentale per qualsiasi pianificazione industriale e di sviluppo urbano.
E’ dall’inizio del suo mandato che il sindaco Caviglia chiede con forza questi controlli, tant’é che l’Amministrazione vadese ha messo a bilancio una somma per l’acquisto di una  moderna centralina (comunque insufficiente) per il monitoraggio della qualità dell’aria; gli Enti locali sovraordinati devono responsabilmente affiancare Vado Ligure su questa strada.

Caro Bersani, caro Burlando (e anche caro Vaccarezza),
vi impegnate a trovare, in tempi certi, i soldi per le centraline necessarie?
Vi impegnate a mettere l’ARPAL nelle condizioni di fare le dovute indagini?
Vado Ligure aspetta la vostra risposta entro il 28 marzo c.a.

! Queste le risposta dello Staff di Burlando:

Da: 	info@claudioburlando.it
	Oggetto: 	Re: Lettera a Burlando - Comitati Vado Ligure
	Data: 	27 marzo 2010 12.51.05 GMT+01.00
	A: 	Comitato Amare Vado <info@amarevado.it>

In relazione alle vostra mail, abbiamo acquisito informazioni che speriamo
possano rispondere alle vostre domande.

La Regione Liguria, nel periodo a cavallo tra il 2007 e il 2008, ha
realizzato un'indagine epidemiologica sulla mortalità in relazione alla
causa nei comuni della provincia di Savona soggetti a fenomeni di
inquinamento ambientale.

L'indagine, condotta dall'IST, viene trasmessa qui in allegato per le
vostre considerazioni, nel caso fosse un documento non ancora in vostro
possesso.

Per quanto riguarda il presente e l'immediato futuro, sono in programma
una serie di monitoraggi per la validazione di un modello che definisce le
concentrazioni di sostanze inquinanti al suolo originate dalle emissioni
della centrale.

La Regione, come ricordate anche nella vostra mail, si è già opposta,
utilizzando gli strumenti a sua disposizione, al potenziamento della
centrale e continuerà su questa strada. Il Dipartimento Ambiente della
Regione Liguria in particolare, assieme agli enti strumentali regionali
(ASL, ARPAL eccetera), seguono con estrema attenzione, forte impegno e
massima disponibilità sia con le amministrazioni comunali, sia con i
comitati, l'evolversi della situazione della Tirreno Power, sia per
l'aspetto ambientale che per quello sanitario.

Questo impegno non verrà sicuramente a mancare nella prossima legislatura,
anzi, se necessario, verrà implementato.

Cordiali saluti.

Lo Staff
Claudio Burlando Presidente

! Queste le reazioni sui media:

http://www.amarevado.it/Documenti/Giornali/Stampa_Lettera_candidati_23_03_2010.pdf



---    ---    ---    ---    ---    ---    ---


COMUNICATO STAMPA del 10 febbraio 2010


“In relazione alla risposta dall’Ing. Gosio in merito alle dichiarazioni del Comitato Amare Vado sull’impatto ambientale e sanitario della locale Centrale Termoelettrica precisiamo quanto segue:

-  non è mai stato in discussione il rispetto da parte di Tirreno Power delle attuali normative in materia di inquinamento ambientale e prevenzione dei rischi industriali, quello che semmai è da deplorare, è il modo e i tempi con cui vengono applicate dalle Autorità competenti, il ritardo con cui le normative CEE vengono recepite e l’inefficienza dei controlli in merito.

-  E’ poi da valutare se l’osservanza delle normative sia sufficiente a garantire la salute e l’incolumità delle popolazioni, in primo luogo proprio delle persone che operano presso la Centrale e delle loro famiglie, per le quali abbiamo la massima considerazione. Il passato ci ha insegnato che il rispetto delle leggi non sempre è condizione sufficiente a tutelare la salute dei cittadini: per anni ad esempio abbiamo, in perfetta legalità, continuato a ricoprire i nostri tetti, e riempire le nostre case di amianto.

- La letteratura scientifica ha ormai ampiamente dimostrato la pericolosità delle emissioni prodotte da impianti termici quali le centrali elettriche per la salute e per l’ambiente e i fatti accaduti a Middletown, con l’esplosione della locale Centrale termoelettrica che ha causato almeno 5 vittime, dimostrano la pericolosità di certi impianti, indipendentemente ripetiamo, dal rispetto delle normative. Ci sembra del tutto legittimo quindi mettere in evidenza la vicinanza dell’impianto a strutture scolastiche e socio sanitarie che accolgono le fasce più esposte della popolazione: bambini e anziani.

-  Il nostro non vuole essere un attacco gratuito e infondato, ma semmai una mano tesa a Tirreno Power, che se veramente ha a cuore il territorio in cui opera e per il quale vuole continuare a rappresentare una realtà economica positiva, invece di occupare le pagine dei quotidiani con campagne di stampa a sostegno della propria immagine e vantare l’elenco delle proprie certificazioni, può dare una concreta prova delle proprie intenzioni, spendendo uno degli 800 milioni di euro previsti per il progetto di potenziamento per costituire una rete di centraline in grado di consentire alle amministrazioni locali competenti di monitorare i principali fattori di inquinamento ambientale: non ci sembra un costo esorbitante per conquistare la fiducia dei cittadini.”

! Queste le reazioni sui media:

http://www.ivg.it/2010/02/11/tirreno-power-comitato-amare-vado-rispetto-delle-norme-non-significa-rispetto-della-salute-dei-cittadini/

http://www.ilponente.com/2010/02/11/tirreno-power-perseo-risponde-alling-gosio/

http://www.savonanews.it/it/internal.php?news_code=69791

http://www.amarevado.it/Documenti/Giornali/Secolo_2comunicato_13_02_2010.pdf




---    ---    ---    ---    ---    ---    ---


>> leggi i precedenti Comunicati Stampa nella Sezione Documenti...<<http://www.youtube.com/watch?v=z4vesixNNIY&feature=player_embeddedhttp://Savonanews.it/http://www.savonanews.it/it/internal.php?news_code=75987mailto:info@claudioburlando.itmailto:info@amarevado.ithttp://www.amarevado.it/Documenti/Giornali/Stampa_Lettera_candidati_23_03_2010.pdfhttp://www.ivg.it/2010/02/11/tirreno-power-comitato-amare-vado-rispetto-delle-norme-non-significa-rispetto-della-salute-dei-cittadini/http://www.ivg.it/2010/02/11/tirreno-power-comitato-amare-vado-rispetto-delle-norme-non-significa-rispetto-della-salute-dei-cittadini/http://www.ilponente.com/2010/02/11/tirreno-power-perseo-risponde-alling-gosio/http://www.savonanews.it/it/internal.php?news_code=69791http://www.amarevado.it/Documenti/Giornali/Secolo_2comunicato_13_02_2010.pdfDocumenti.htmlshapeimage_6_link_0shapeimage_6_link_1shapeimage_6_link_2shapeimage_6_link_3shapeimage_6_link_4shapeimage_6_link_5shapeimage_6_link_6shapeimage_6_link_7shapeimage_6_link_8shapeimage_6_link_9shapeimage_6_link_10shapeimage_6_link_11